fbpx

Aste giudiziarie per chi parte da zero – corso

Anche tu stai pagando i debiti di aziende e privati, lo sai? Uno degli aspetti più affascinanti delle Aste Giudiziarie è la sensazione di mistero che avvolge questa nicchia dell’economia. La maggior parte delle persone crede che quest’aura di mistero sia data dal fatto che esista una sorta di lobby. L’80% delle persone è convinta che solo una categoria di persone vi possa partecipare: politici, organizzazioni criminali e quant’altro. La realtà del mondo delle Aste Giudiziarie è però molto diversa: per quanto possa sembrare un settore allettante, questa tipologia di persone non impiega le proprie energie in questo campo.

 

corso aste giudiziarie

 

In questo articolo vediamo la presentazione di “Aste giudiziarie per chi parte da zero”, un’utile guida a cura di Alessandro Perilli

 

Sicuramente anche tu avrai pensato che questo tipo di mercato sia ingiusto, benché legale, e che privi qualcuno di ciò che suo, che magari ha ottenuto col duro lavoro e i sacrifici di una vita. Dopo aver letto questo libro capirai che tutto ciò che hai sentito fino a oggi è molto diverso dalla realtà.

 

Ogni giorno in tutto il mondo vengono sequestrate o pignorate migliaia di case, auto, attività commerciali, beni di prima necessità e di qualsiasi altro genere e con crescente frequenza questi beni finiscono nell’imbuto del sistema legale delle Aste Giudiziarie.

 

Negli ultimi anni in Italia, in media, 50 aziende al giorno, tra piccole e grandi attività commerciali, dichiarano fallimento.

 

Senza considerare il problema delle famiglie che non riescono a onorare gli impegni presi con lo Stato o il sistema bancario, come chi non riesce a saldare il mutuo della propria casa.

 

In entrambi i casi, famiglie le aziende hanno un’unica via d’uscita. Giusto o meno che sia, i loro beni vengono bloccati per essere successivamente messi in vendita dai Tribunali.

 

Ora ti starai chiedendo se questo sia corretto o meno… Se almeno una volta ti sei trovato in una situazione simile, di sicuro sarai molto arrabbiato col sistema. Trattandosi di un sistema di vendita forzata, chiunque può entrare in possesso di tali beni, che si tratti di appartamenti, aziende, automobili o arredamenti nuovi di zecca.

 

Durante la mia esperienza ho riscontrato spesso una palese volontà di arrivare al pignoramento, da parte sia dei privati che delle aziende.

 

Statisticamente circa l’80% dei debitori agisce di proposito, per ottenere il più rapidamente possibile una certa liquidità di denaro. Voglio dire che se non si pagano i fornitori, dipendenti e in alcuni casi si ottengono aiuti statali questo porta una sorta di liquidità a spese di altri. Ovviamente non stiamo parlando di persone completamente oneste. Il restante 20% dei debitori invece non ha saputo prevedere gli imprevisti che possono riscontrarsi, trovandosi in seguito a dover pagare il doppio proprio a causa di questa mancanza di conoscenze sul mondo del denaro, la crisi ha fatto la sua parte… certo.

 

Anche tu stai pagando i debiti di aziende e privati che non hanno mantenuto fede ai loro impegni economici, lasciando i propri beni nelle mani del Tribunale per la vendita delle Aste Giudiziarie.

 

Proprio in questo momento stai pagando i loro debiti con i tuoi soldi! Lo sapevi?

 

A causa di queste e molte altre vicende le banche sono sempre più diffidenti nell’erogare mutui, di conseguenza il mercato immobiliare tende a bloccarsi influendo negativamente, anche se indirettamente, su tutto il sistema economico del Paese. Qualsiasi sia il bene in vendita, resterà bloccato per diverso tempo (anche per sette anni), fino a quando la magistratura non avrà completato ogni accertamento, non avrà svolto tutte le verifiche delle stime e accertato tutti gli aspetti inerenti al bene in questione. Quando un bene viene bloccato, resta bloccato anche il suo valore, finendo così fuori mercato.

 

Tutto questo cosa significa concretamente?

 

Facciamo l’esempio di un condominio: Uno degli inquilini per diversi anni non ha pagato né il mutuo, né le spese condominiali. Sarà quindi pignorato l’immobile in suo possesso. Chi credi pagherà al suo posto? Saranno gli altri condomini a dover anticipare tutte le spese fino a che la casa non sarà venduta all’asta. Solo allora si potrà recuperare una somma forfettaria da restituire a coloro che, durante gli anni, hanno pagato per il condomino insolvente.

 

Chi subisce il danno? Tu e gli altri inquilini! Questo accade ovunque, nella società. Ogni giorno. In Italia e nel resto del mondo.

 

condomini italia

 

L’ho vissuto anch’io: da ragazzo ho visto persone a me molto care pagare per altri, per persone che non avevano onorato i propri impegni economici, proprio per l’insolvenza del condomino hanno dovuto accollarsi una parte di spese che questi non potevano pagare.

 

Ci sono aziende che ogni mese necessitano di nuove strumentazioni, di nuovi spazi per estendere la produzione, ma non lo fanno, perché non sempre dispongono fondi necessari. Altre invece ogni mese realizzano i propri piani grazie a delle conoscenze ben precise. Anche senza budget elevati, questo settore concede loro sconti e affari molto interessanti.

 

Non sto dicendo che sia facile. Non ti preoccupare, all’inizio anche io mi sono posto molte domande, proprio come te.

 

Adesso voglio farne alcune a te: Se volessi arredare casa con una nuova cucina, un nuovo soggiorno, una nuova camera da letto, quanto ti costerebbe? Quanto spenderesti? Ipotizziamo un preventivo tradizionalmente sui 15.000€. Con le Aste Giudiziarie potresti arredare casa senza rinunciare a nulla. Potresti persino risparmiare 6.000/7.000€.

 

Considera anche un altro aspetto: oggi, come se non bastasse, con Internet è possibile partecipare ad alcune aste comodamente da casa. Certo, se vuoi la vedi dal vivo prima di acquistarla e poi partecipi se lo ritieni necessario!

 


Sono molte le persone attirate da questo settore ma non sapendo da dove cominciare finiscono per desistere e nel nel 99% dei casi perdono un affare davvero allettante!


 

Ho letto di un signore che aveva risparmiato e messo da parte circa 70.000 euro sul proprio conto bancario. Non sapeva se lasciarli nel conto di deposito o investirli nel mattone. Quando scoprì il mondo delle Aste Giudiziarie trovò un ottimo strumento per comprare una casa di valore a un prezzo inferiore. Nella zona in cui abitava, trovò una casa con un prezzo base di 66.000. Rientrava nel suo budget.

 

L’appartamento aveva una superficie di 80 mq e un valore di mercato di 110.000 euro: effettivamente si trattava di un affare, come nella maggior parte delle aste.

 

Non aveva fatto i conti col subconscio (80% di ciò che serve), con tutte le credenze e le convinzioni limitanti che una persona ha dentro di se, anch’io le avevo e le ho in altri campi ancora oggi. In pratica non era ancora pronto.

 

Queste perplessità e dubbi gli fecero sfuggire l’affare, la paura l’aveva inchiodato come un guidatore che preme con tutta la sua forza sul pedale del freno nei primi giorni di guida!

 

L’altro 20% del fattore scatenante era la mancanza di competenze tecniche del settore, di tutti quei meccanismi da conoscere per poter partecipare e trasformare a suo favore ogni investimento. Ho riportato l’esempio per farti capire quante persone ogni giorno sprecano delle opportunità del genere a causa di questi limiti. Si lasciano sfuggire dei veri affari. Tornano al mercato tradizionale, alle sue regole, ai suoi prezzi; acquistano spendendo più soldi di quanti ne avrebbero potuti risparmiare e dicono a se stessi “sarà per la prossima volta”.

 

E tu cosa stai cercando? Vuoi vivere l’esperienza di questo signore? Oppure vuoi superare quella barriera dell’80% partire e partecipare? Vuoi portare a casa il tuo obiettivo? Non devi avere 70.000€ sul conto corrente, non devi investire nel mattone, non devi comprare una casa a uso personale. Puoi comprare una macchina ai tuoi figli o acquistare strumentazioni per la tua azienda se lo vuoi. Uno dei consigli che posso darti è di tenere il più possibile la mente aperta e di documentarti sulle fonti che meglio ti possono indirizzare per capire cosa vuoi ottenere dalle Aste Giudiziarie.

 

Interessante, vero? Ora ti starai chiedendo quanti soldi siano necessari per partecipare a un’Asta Giudiziaria!?

 

All’inizio potrebbe bastarti l’acconto minimo richiesto (cauzione), aspetto che è standard ma in alcuni casi può variare, in altri casi è possibile che non serva nemmeno l’acconto per la partecipazione. Logicamente se non si possiedono i soldi per comprare sarebbe meglio non lasciarsi tentare da questo mondo. Se al contrario hai la liquidità minima di cui si necessita per acquistare ciò che cerchi questo sì, si può fare!

 

Puoi farlo, che tu sia un piccolo imprenditore, un investitore o qualcuno che semplicemente vuole sfruttare il vantaggio di acquistare dei beni materiali per sé o per la propria famiglia.

 

Grazie a questo libro capirai perché le Aste Giudiziarie stiano crescendo in maniera esponenziale a livello nazionale. Tantissima gente ne ha già preso consapevolezza: è un aiuto economico prima di tutto per se stessi, ma indirettamente anche per il debitore e la società (nazione).

 

Anche nel caso in cui tu sia stato coinvolto col mondo delle Aste Giudiziarie, nel caso in cui tu abbia perso la casa, una piccola azienda, un’auto o altro, capirai le dinamiche che hanno portato questo sconvolgimento nella tua vita. Soprattutto avrai la possibilità di capire come risolvere il problema, prima che cresca e diventi insormontabile. Posso garantirti che non ti manca assolutamente niente per acquisire competenze, tecniche e strategie per vincere alle Aste Giudiziarie. Potrai farlo, sia che tu disponga di un buon capitale, sia che tu non abbia molto da investire! Se ci sono riuscito io, puoi riuscirci anche tu!

 


Ecco all’interno di questo libro che cosa imparerai nei prossimi capitoli:

 

– Come partire da zero

– Come funzionano le aste

– Come partecipare

– Come evitare errori

– Come aiutare gli altri a partecipare

– Quali sono i reali meccanismi dietro le aste giudiziarie

– Come pagare con calma


 

Trasforma la tua vita

 

libro aste giudiziarie alessandro perilli

 

Il mio nome è Alessandro Perilli ed ho sempre desiderato diventare economicamente libero e indipendente, penso sia il sogno della maggior parte delle persone.

 

Se stai leggendo questo libro molto probabilmente è quello che vuoi anche tu: sei intenzionato a ottenere la tua libertà finanziaria o forse l’hai già ottenuta e vuoi solo approfondire le tue conoscenze… Sono finito nel mondo delle Aste Giudiziarie quasi per caso.

 

Ripensandoci ora mi sembra incredibile: il tutto è partito da una semplice chiacchierata tra amici… che si è rivelata un fulmine a ciel sereno! Non sapevo che da quel momento la mia vita avrebbe preso una direzione diversa. Ho sempre desiderato ricoprire un ruolo importante, affermarmi, quindi negli anni ho fatto molta gavetta, e per chi come me non ha la fortuna di nascere ricco di sicuro l’impegno non è un optional.

 

Quando poi ho scoperto il settore delle Aste Giudiziarie sono riuscito a crearmi un lavoro dal nulla.

 

All’inizio ero spinto dalla ricerca di soluzioni economiche, oltre al valore aggiunto dello stimolo professionale. Fu fondamentale la mia personale situazione finanziaria: se avessi voluto acquistare una casa o un’auto, i soldi non mi sarebbero certo bastati, non avevo i soldi a sufficienza per andare al ristorante nemmeno due volte al mese, pensa come ero messo… Cresciuto a Mola di Bari, una piccola cittadina di 25.000 anime. Proprio nella mia terra, troppo spesso martoriata dalla disoccupazione, ho cominciato il mio percorso, tra consulenze e piccoli investimenti alla mia portata, che potrei definire di classico commercio inizialmente.

 

Sono fiero della mia terra perché mi ha forgiato, facendomi diventare la persona che sono: mi sono dato da fare per cambiare la mia vita e quella degli altri.

 

A 21 anni ho messo su una piccola agenzia di organizzazione eventi; la mia prima esperienza da professionista autonomo. Nessuno mi aveva mai spiegato come gestire un’attività, mi occupavo di tutto da solo: ricerca dei clienti, progettazione, comunicazione, marketing, gestione delle risorse umane, contratti da stipulare e tutti i cavilli istituzionali da considerare per portare a termine l’evento dal vivo.

 

Un’esperienza davvero dura per un ragazzo di quell’età però allargavo i gomiti!

 

In seguito ho seguito la campagna pubblicitaria di un’azienda grossista nel settore dell’abbigliamento, un marchio conosciuto.

 

A volte si fa di proposito

 

L’occasione mi ha permesso di vedere e capire come muore un’attività.

 

Seguendo qualche consiglio, l’imprenditore ha cercato di incassare i supporti finanziari statali per aprire una nuova attività, nello stesso punto, con le stesse persone e gli stessi fornitori. Una truffa: un gioco che ho capito subito, pur non essendo un esperto. Ho capito che le sciagure non sono sempre causali, né in ambito privato né aziendale! Fortunatamente non ho subito danni da questa azienda ma altri si purtroppo.

 

Per 7 anni ho lavorato in una multinazionale imparando moltissimo, come gestire le risorse umane, parlare in pubblico o con partner commerciali. Una scuola di formazione a 360° capitata al momento giusto, per colmare quei vuoti lasciati dalla mia prima esperienza. Ero una persona di facile nervosismo e questa per me è stata una scuola di Vita più che di lavoro.

 

lavoro azienda multinazionale

 

Mi ha insegnato molto sulla mente umana, sul comportamento degli individui e sicuramente ha migliorato la mia vita al 100% perché per natura non avevo affatto un carattere socievole. Grazie all’atteggiamento positivo e alla comprensione dei comportamenti umani appresi nell’azienda, diventai una persona diversa. Oggi sono un maniaco dei comportamenti umani, mi piace osservare e capire i processi che portano le persone ad avere atteggiamenti di ogni natura, soprattutto mi piace capire questi comportamenti che cosa scaturiscono negli altri. Mi diverto e mi piace farlo in maniera naturale anche se non sono uno psicologo!

 

Ascoltare le persone mi ha portato a intrattenere una particolare conversazione, con la persona giusta e nel momento giusto. La Domanda della Vita, quella che stravolge tutto, catapultandoti verso nuovi orizzonti e nuove sfide.

 

Posto giusto, momento giusto

 

In una domenica estiva come tante altre, un amico mi invitò nella sua nuova villa: tre piani, piscina, ampio parcheggio, posizionata vicino al mare. Acquistata al 50% del suo valore reale! A metà! Com’era possibile? La sua risposta fu la soluzione a tutti i miei problemi e la mia vita invertì rotta. “Alle aste giudiziarie Alessandro!”

 

Qualche secondo di silenzio per rendermi conto e fare mia la sua risposta, successivamente feci ogni domanda possibile per capire cosa e come funzionasse questa roba troppo interessante! Mi lanciai a capofitto nel mondo delle aste, cercando di capire come cominciare già dalla sera stessa tornato a casa con un entusiasmo mescolato alla curiosità che sprizzava da ogni poro della mia pelle.

 

Acquistai il mio primo libro sulla libertà finanziaria di “Rober Kiyosaki” che mi illuminò e mi aprì la mente, e con l’aiuto di professionisti, conoscenti legali e piccoli investitori esperti del mercato, capii come gettare le fondamenta del mio nuovo percorso.

 

Ho cominciato per caso. Come tanti, non conoscevo minimamente il settore, ne avevo sentito solo parlare, eppure sono persino riuscito a creare una struttura di formazione in questo settore “AsteGiudiziarieStrategy”. Volevo mostrare alle persone che era possibile partire da zero, senza titoli di studio attinenti al settore. Ho scelto di insegnare come partecipare alle Aste Giudiziarie, per rendere questo mercato accessibile a tutti, sdoganando i limiti mentali che troppo a lungo hanno bloccato la mente di molti individui.

 


Come me, anche tu potrai crearti una nuova professione e fare degli ottimi affari, fino a ora lasciati fare ad altri. Anche tu ne hai il diritto, questo è ciò che mi spinge a voler creare questo libro.


 

Non è certamente stato semplice. Non avendo mai studiato nulla del genere ho dovuto apprendere conoscenze nuove, applicarmi, familiarizzare con alcune leggi, perché se non l’avessi fatto, non avrei potuto aiutare né me né le persone affamate di informazioni e risultati (tra cui i clienti per il quale faccio coaching private o gli stessi studenti del corso online).

 

Ho dovuto leggere manuali molto vaghi, articoli di legge e altro materiale che non capivo: nulla che mi spiegasse come muovere i primi passi partendo da zero… non c’era nulla. Anche per questo ho voluto scrivere il miglior libro che una persona potesse ricevere tra le mani per partire da zero con le aste giudiziarie. I primi mesi sono stati molto duri. Avevo paura di addentrarmi in un campo sconosciuto così emozionante e affascinante ma mi è bastata una buona dose di elasticità mentale associata a un pizzico di voglia di imparare nuove competenze, e la fortuna all’inizio mi ha anche assistito devo dire con un sospiro di sollievo. Se credi che sia impossibile, col mio libro ti dimostrerò il contrario mostrandoti il mio percorso: non è stato né facile, né impossibile. Si possono raggiungere obiettivi entusiasmanti e gratificanti.

 

Andare oltre

 

Molti credono che dietro alle Aste Giudiziarie si nascondano organizzazioni criminali; se fosse vero pensa a quello che avrei dovuto affrontare in questi anni! Sicuramente ci sono situazioni a cui prestare attenzione, ma né a me, né ai miei clienti è mai successo qualcosa di strano in questo senso. Voglio dire che se decidi di acquistare soprattutto immobili, può succedere di avere a che fare con qualche esagitato, ma le tecniche adatte e il curatore (con dei consigli aggiuntivi) ti saranno di vero aiuto a riguardo. Non avrai problemi di nessun genere se segui le istruzioni.

 

Ad oggi accompagno i miei clienti, mostrandogli la strada da percorrere per ottenere ciò che vogliono. Ho partecipato a molte aste quindi sono certo che come me lo puoi fare anche tu da ora in poi. All’asta il successo è dato soprattutto dall’organizzazione e dall’attenzione ai dettagli, oltre a una formazione continua e aggiornata.

 

Il percorso è gratificante anche sotto l’aspetto umano, personalmente mi ha permesso di aiutare molte persone a risolvere i problemi delle vendite forzate. Persone direttamente coinvolte con la propria casa all’asta. Parlo ovviamente di persone in buona fede, che hanno subito il torto senza volerlo e che hanno rischiato di perdere tutto a causa di banche ed enti pubblici che hanno pignorato il loro bene. E per me questo va oltre ogni motivazione.

 


Anche se precedentemente hanno commesso qualche errore finanziario mi ha fatto piacere aiutarle perché d’altronde siamo umani e gli errori si fanno anche in buona fede.


 

Sono felice di aver aiutato imprenditori provenienti anche dal ceto sociale medio ad acquistare alle Aste. Ho visto nei loro occhi la felicità di aver risparmiato e di aver contribuito a sanare, benché involontariamente, in tutto o in parte, i debiti di terzi. Altre volte durante le visite) mi sono rattristato nel vedere beni mobiliari ed immobiliari abbandonati a se stessi, come fossero in attesa di un nuovo padrone che non arrivava ancora…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tag:,