Trucchi, accortezze, aspetti psicologici ed emotivi dell’acquisto all’asta

Premesso che la partecipazione all’asta è libera, quindi aperta a tutti, vorrei in questa sede cercare di darvi qualche dritta per tentare di ridurre la concorrenza o per capire quando è il caso di non parteciparvi, per non perdere tempo. In primis, è importante decidere un importo oltre il quale non siete disposti ad andare. Se altri offriranno di più, ci saranno altre occasioni.

 

acquisto all'asta immobiliari

 

 

Di norma, ho sempre acquistato in terza e quarta asta, con prezzi quindi molto ribassati rispetto al valore commerciale. Bisogna avere, come in finanza, la pazienza del pescatore: potremmo essere tentati di acquistare in seconda asta per non rischiare di mancare l’acquisto. Se trader, il mio consiglio è di pazientare, nel caso ci saranno altri pesci da acchiappare. Nel caso l’immobile di vostro interesse sia locato a terzi, in occasione della visita, senza farvi notare dal custode, chiedete loro se sono interessati all’acquisto.

 


Se sì, valutate se partecipare lo stesso, perché sappiate che avrete un concorrente il più delle volte agguerrito. In asta vi accorgerete che le categorie di offerenti più agguerriti sono gli stranieri e le signore che si sono innamorate di quella casa, proprio quella, e fanno rilanci a raffica.


 

Arrivati ad un certo importo smettete di offrire. Ho messo a punto una serie di trucchetti che, esercitati in occasione della visita dell’immobile, possono aiutare a ridurre la concorrenza. Questi trucchetti hanno però effetto solo se le visite vengono fissate in orari molto ravvicinati ed è possibile “mettersi in mostra” agli altri potenziali acquirenti.

 

Il Benestante

 

Occorre ostentare ricchezza presentandosi con una macchina di valore, possibilmente una sportiva, vestiti firmati, rolex al polso. Alcuni degli altri acquirenti potrebbero pensare “cosa partecipo a fare all’asta, tanto questo deve avere un portafoglio senza fondo?!”

 

Vi raccomando in questo caso di presentarvi in Tribunale il giorno dell’asta con un’auto differente, per evitare possibili danneggiamenti.

 

Il Geometra

 

Presentatevi come dei professionisti del mestiere. E’ sufficiente acquistare un misuratore di distanze laser o ultrasuoni che userete per appuntare sulla planimetria le dimensioni dei locali. Se ne trovano in vendita anche per una ventina di euro.

 

La Moglie Esigente

 

Portate con voi la vostra moglie o ragazza, o meglio una attrice. Il canovaccio vuole che la vostra compagna ripeta ad alta voce frasi del tipo “Bella, mi piace, è proprio così che la voglio!” “Questa la prendiamo di sicuro!” “Questa sera dico a papi di preparare l’assegno!” La combinazione Benestante / Moglie Esigente è a mio avviso la migliore.

 

Durante l’asta il mio consiglio è di evitare rilanci “forti”.

 

Così facendo rischiate di “scaldare” il clima e di provocare una pioggia di offerte. Se siete trader ricordate che c’è altra gente che esercita la vostra stessa professione. Operando di norma in un ambito territoriale circoscritto, avrete modo con confrontarvi con altri trader più volte. Premesso che più il prezzo di aggiudicazione è basso, più il trader guadagna, non ha senso fare il guastafeste e combatterlo a suon di offerte. Lasciate piuttosto che ad aggiudicarsi l’immobile sia lui, se non è un deficiente, nel caso vi confrontaste di nuovo, dovrebbe ricordarsi di voi. Per riuscire a portare a termine un affare d’oro tuttavia l’elemento psicologico principe è il rischio.

 

asta immobiliari aspetti principali

 

La gente preferisce le cose sicure, vuoi perché ha poco tempo per approfondire i fattori di rischio, vuoi perché non vuole preoccupazioni. Dovrete quindi essere pronti a sfruttare ogni opportunità, correndo i relativi rischi. Personalmente, mi è capitato di aver fissato la visita di un immobile con ben due mesi di anticipo rispetto alla data dell’asta. Si trattava di un bilocale in uno stabile di tre piani composto di tre appartamenti e da una attività commerciale al piano terra, sito in pieno centro in un paese di periferia. Le visite non sono però mai avvenute poiché il custode si era nel frattempo ammalato. Dopo aver visionato la documentazione e l’esterno dell’edificio, che giudicai in buono stato, decisi di partecipare lo stesso all’asta, anche se non mi era possibile visionare l’interno dell’appartamento.

 

In Tribunale scoprii che nessun altro aveva voluto rischiare, e mi aggiudicai l’appartamento al prezzo base. Ci volle un po’ per sfrattare i proprietari, ma riuscii a realizzarvi una buona plusvalenza. Termino ribadendo che un buon trader immobiliare deve essere un buon pescatore.

 

giudice asta immobiliari

 

Deve avere la pazienza del pescatore, perchè se in un determinato momento sembra che il mercato non prospetti nessun buon affare, deve persistere finchè il pesce non abbocca all’amo. Deve avere la capacità di cambiare luogo di pesca, se una determinata città o provincia, per una qualsiasi ragione, si rivela ostica per la sua attività. Deve infine essere accorto perchè le esche, ossia le risorse finanziarie, non sono infinite. Meglio utilizzarle per pescare del buon pesce, facilmente rivendibile, piuttosto che sprecarle in aringhe puzzolenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tag:, , ,